BSR Amazon: cos’è e quali sono i migliori strumenti per monitorarlo

bsr amazon

Cos’è il BSR di Amazon? E quali sono i migliori strumenti online disponibili oggi per monitorarlo?

In questo articolo ti voglio parlare di quello che è uno degli acronimi più utilizzati ed importanti per coloro che intendono vendere su amazon: sto parlando proprio del bsr.

Per cui, se ne hai sentito parlare e vorresti avere qualche informazione in più, sei capitato proprio nel posto giusto!

Che tu venda i prodotti della tua azienda su amazon, o li faccia produrre in Cina per poi sfruttare la logistica di amazon, oppure ancora sia un esperto di kindle publishing e di audiolibri, non puoi fare a meno di controllare l’andamento del tuo bsr. Perché? Lo scopriremo proprio in questo articolo.

BSR Amazon: cos’è e come è calcolato

Il BSR di Amazon è un indice interno alla piattaforma e-commerce più usata al mondo ed è l’acronimo di Best Sellers Rank.

Può essere descritto come un punteggio che viene assegnato a ciascun prodotto, sulla base dell’andamento storico delle vendite e del loro volume totale, in relazione ad altri prodotti che appartengono alla stessa categoria.

L’esempio più lampante di tali classifiche lo puoi trovare in questa pagina, in cui trovi i bestsellers delle categorie più importanti, aggiornati ogni ora. Puoi reperire tali informazioni anche sulla pagina di ciascun prodotto. Vediamone un esempio:

bsr amazon

In questo caso, il prodotto in questione risulta primo nella sottocategoria “Balsami e trattamenti per capelli”. Ciò significa che il volume e l’andamento storico delle vendite hanno dimostrato che si tratta dell’articolo che vende di più su amazon per quando riguarda questo settore.

Inoltre, il prodotto è posizionato in dodicesima posizione per la categoria “Bellezza”, che racchiude all’interno la sottocategoria “Balsami e trattamenti per capelli”. Questo è naturale, dato che la categoria “Bellezza” racchiude molti altre sottocategorie e prodotti che posso vendere meglio rispetto a quello in questione.

Al contrario, non può accadere di essere posizionati primi nella categoria madre, ed avere un posizionamento peggiore nella sottocategoria.

Per il calcolo del bsr amazon valgono le seguenti considerazioni:

  • Il bsr viene aggiornato ogni ora per ogni prodotto;
  • il bsr è migliore quando è più basso;
  • Naturalmente, non può accadere che due prodotti abbiano lo stesso bsr per la stessa categoria;
  • Le vendite (in termini di ordini) delle ultime ore contano di più rispetto a quelle più indietro nel tempo. In particolare, quelle dell’ultima ora influiscono molto di più;
  • L’andamento storico delle vendite in passato ha comunque rilevanza nello stabilire il bsr;
  • Il volume totale delle vendite, effettuate da quando il prodotto è stato inserito nel marketplace contribuisce anch’esso al calcolo del bsr;
  • Quando inserisci un nuovo prodotto su amazon e non ne hai ancora venduto neppure un esemplare, non è possibile calcolare il bsr;
  • Il bsr può variare molto anche vendendo una sola unità di prodotto;
  • il bsr si basa sul numero di ordini effettuati contenenti il prodotto in questione, e non sulla quantità di unità vendute.

Il bsr, infine, non è correlato perfettamente al numero di vendite di un prodotto. Può accadere che un articolo con bsr più basso abbia venduto meno negli ultimi tempi rispetto ad un altro prodotto che presenta un bsr più alto. Questo può accadere specialmente se si considerano prodotti facenti parte di diverse categorie.

Perché è importante il BSR di amazon

Il bsr di amazon è importante perché ci può dare un’idea approssimativa del vendite giornaliere e mensili che un prodotto porta a casa.

Questo può rivelarsi fondamentale in fase di scelta del prodotto: è importante, infatti, selezionare dei settori che garantiscano, almeno ai top sellers, un minimo di vendite.

Ad esempio, se stai scegliendo le keyword per il tuo prossimo ebook da vendere su kindle publishing, sarà importante che coloro che sono posizionati ai primi posti per le keyword principali abbiano un bsr tale che corrisponde ad un discreto volume di vendite.

Negli ultimi tempi sono stati sviluppati addirittura degli strumenti, che ti permettono di risalire dal bsr al numero delle vendite. Questi tool, ti richiedono come input:

  • Il bsr del prodotto su amazon
  • Il marketplace di riferimento (per l’Italia Amazon.it)
  • La categoria di cui fa parte il prodotto

In questa sede ti presenterò due esempi di tool che puoi usare a titolo totalmente gratuito. Il primo utilizza il sales estimator di JungleScout:

amazon bsr calculator

Per cui, ad esempio, il tuo ebook sul kindle store di amazon.com con un bsr di 12.000 risulta vendere 369 copie al mese (poco più di 1 al giorno).

Il secondo si avvale dello strumento di stima vendite di AMZScout:

amazon sales estimator

In questo caso, un prodotto della categoria elettronica su amazon.it con un bsr di 200 vende 259 unità al mese.

Ovviamente, si tratta solo valori stimati. Se davvero vuoi ottenere i valori esatti delle vendite, magari di prodotti concorrenti, dovrai passare ai tool a pagamento dei già citati JungleScout e AMZScout. Ecco un esempio di product tracking, direttamente dalla web app di JungleScout:

amazon bsr

Notare come il best sellers ranking migliori repentinamente non appena vengono vendute più unità, per poi risalire più lentamente, testimoniando l’influenza dell’andamento storico delle vendite sul bsr stesso.

BSR Amazon: migliori tool per monitorarlo

A parte i servizi di product tracking, che risultano essere inseriti all’interno di app che possono costare discreti soldi in abbonamento mensile o annuale, in quanto presentano al loro interno molte altre funzionalità, sono stati ideati dei tool che si occupano specificatamente di monitorare il bsr. Vediamone alcuni.

Helium 10

Helium 10 è una piattaforma formidabile, che ti permette di creare in maniera intelligente le tue pagine di vendita e di ottimizzare le keyword per cui viene ricercato il tuo prodotto.

Quello che è ancora più interessante è che attraverso la sua estensione gratuita di google chrome è possibile monitorare il bsr dei prodotti senza spendere un centesimo!

Accedi al sito di Helium 10 cliccando a questo link. Crea un account gratuito e scaricati l’estensione di google chrome. Una volta attivata ti comparirà una schermata nella pagina di vendita di ciascun prodotto, posizionata sotto le immagini. Eccone un esempio:

bsr amazon

Nell’immagine sono riportati l’andamento del prezzo (in blu) e quello del bsr (in rosso) in funzione del tempo.

Si possono notare ad esempio le varie correzioni di prezzo che il venditore ha effettuato. Quando il bsr si abbassa e le vendite aumentano può essere utile tentare di aumentare il prezzo per guadagnare di più.

Oltre a questo l’estensione di Helium 10 ti dà accesso a queste funzionalità:

  • valutazione della pagina: un voto da uno a dieci che viene assegnato alla pagina di vendita, basato su vari parametri;
  • calcolatore dei guadagni: un sistema facile per valutare quanto guadagni dalla vendita di ciascun prodotto, sia che tu venda in FBM (anche detto MFN) o FBA;
  • calcolatore di profittabilità: ancora più dettagliato del precedente e basato su dimensioni e peso del prodotto. Ti permette di stimare i costi di produzione, importazione e spedizione.

Tutto sommato uno dei migliori strumenti sul mercato per effettuare valutazioni su campi molteplici della vendita su amazon.

Qualora tu sia interessato ad approfondire tutte le funzionalità di Helium10, accedi oggi gratuitamente cliccando sul pulsante qui sotto e ti verrà fornito uno sconto se deciderai di proseguire con l’abbonamento!

Keepa

Altro strumento classico per monitorare il bsr amazon nonché il prezzo è keepa. Ora, lo svantaggio principale è che recentemente non è più totalmente gratuito.

Con la versione gratis è possibile monitorare solamente le informazioni sul prezzo. Puoi accedervi scaricando l’estensione su google chrome. Eccone un esempio di grafico che appare sulla pagina di vendita sotto le immagini:

bsr keepa

Da questo grafico si può vedere solo l’andamento del prezzo in funzione del tempo.

Per accedere alle funzionalità aggiuntive il costo di Keepa è di 15 euro al mese. Ecco un esempio di grafico pro:

amazon bsr

Come si può vedere, in verde è rappresentato l’andamento del bsr. Si può denotare che negli ultimi tempi è aumentato. Il venditore ha infatti alzato il prezzo dell’articolo, forse perché sta esaurendo i prodotti e non vuole esaurire il magazzino (out of stock)

Come scalare la classifica del bsr amazon

Concludiamo questo articolo sul bsr di amazon elencando cinque fattori su cui si può agire per scalare le classiche dei best seller di amazon e far volare le vendite!

1. SEO in amazon

Il primo elemento da prendere in considerazione è l’ottimizzazione SEO della tua pagina di vendita.

Per quali parole chiave vuoi che il tuo prodotto venga trovato? In quale posizione ti trovi per queste keyword? Sarebbe possibile migliorare il tuo posizionamento?

Anche qui esistono degli strumenti che ti permettono di verificare il tuo posizionamento su amazon, come lo strumento Cerebro del già citato Helium 10.

Migliorare la SEO su amazon significa nella pratica che il tuo prodotto verrà trovato di più tramite il motore di ricerca interno e più clienti atterreranno sulla tua pagina di vendita.

2. Immagini

Una volta aumentati i click, è giunto il momento di migliorare le conversioni. Ciò può essere fatto agendo in primis sulla qualità delle tue immagini. Fatti queste domande:

  • Sono le tue immagini di qualità?
  • Descrivono fedelmente le caratteristiche del tuo prodotto?
  • Sono in quantità sufficiente?
  • Sono nella lingua del marketplace in cui vendi?

Perché, parliamoci chiaro, il cliente medio su amazon non ha tempo di leggere quello che c’è scritto sui bullet point o sulla descrizione del prodotto: sia affida prima di tutto alle immagini e in secondo luogo alle recensioni, di cui ti parlo ora.

3. Recensioni

Il tuo prodotto, per poter convertire e vendere di più, scalando le classifiche del bsr, necessita di avere almeno 10-15 recensioni positive, in modo tale che il voto medio sia almeno pari (meglio su superiore) a quello della concorrenza.

Ora, se il tuo prodotto è nuovo, all’inizio non avrai alcuna recensione. Ancor prima di procedere al lancio del prodotto attraverso meccanismi promozionali a pagamento, è utile reperire questo numero minimo di recensioni.

Ora, ci sono diversi modi per farlo. Puoi affidarti a degli amici che comprano il tuo prodotto e te lo recensiscono, o fare uso di servizi che offrono recensioni a pagamento, oppure ancora scrivere su dei gruppi specializzati in cui puoi commissionare degli acquisti con rimborso immediato in cambio di recensioni.

4. Pubblicità

Ora che il tuo prodotto è ottimizzato per quanto riguarda la SEO, le immagini e le recensioni è possibile avviare una campagna pubblicitaria per promuovere la visibilità del tuo prodotto su amazon e aumentare le vendite.

Per quanto riguarda coloro che vendono tradizionalmente usando seller central, è possibile affidarsi alla pubblicità di amazon solamente se si ha un account pro, che ha un costo di 39 euro al mese (o 39 + IVA se non hai ottenuto l’agevolazione esentasse).

Invece, per il kindle publishing non sussistono restrizioni di sorta, in quanto la piattaforma è indipendente.

Avviando una campagna pubblicitaria e scaricando il tuo report potrai individuare anche le keyword per cui il tuo prodotto converte di più e decidere di ottimizzare la tua pagina per quelle keyword, promuovendo un aumento delle vendite.

5. Traffico esterno

Un’ultima tecnica che si può utilizzare per aumentare le tue vendite consiste nello sfruttare il traffico esterno. Quali fonti puoi utilizzare in tal senso? Eccone alcuni esempi:

  • Traffico organico da google: se hai ad esempio un sito che si è posizionato per alcune keyword correlate al tuo prodotto, potrai dirigere il cliente alla tua pagina di vendita su amazon;
  • Traffico a pagamento da google: qualora tu venda dei prodotti abbastanza costosi, potrebbe convenire anche sfruttare la pubblicità a pagamento di google, targettizzando alcune keyword specifiche;
  • Facebook Ads e Instagram Ads: terza fonte di traffico può essere ottenuta effettuando delle campagne social e indirizzandosi a segmenti di pubblico specifici;
  • Email marketing: qualora tu abbia un elenco di contatti, potresti sfruttare i software di email marketing per mandare promozioni, magari con coupon di sconto.

Più il tuo prodotto venderà, maggiori saranno le probabilità che venga messo in evidenza nelle prime pagine, fino ad ottenere l’ambito titolo di “Amazon Choice” o di “BestSeller”.

Bene, è davvero tutto per questo articolo sul bsr di amazon. Per altri contenuti correlati alla vendita su amazon, trovi tutto sul nostro blog amzmentor.

Articoli Correlati